A proposito di facebook ed auguri…

Untitled-1

…oggi il famoso social network (di cui si parlava a tal proposito in un feed recente) mi ha ricordato del quarto compleanno del mio scaltro, arrogante ed adorabile Gatto Bonaventura.
Auguri Gatto!

Note:

  • il fatto che il mio gatto possieda un account di facebook è dovuto ad un paio di valide ragioni, ma non è il caso di parlarne ora;
  • pur se non volutamente, Bonaventura ha contribuito – in modo determinante – a portare più serenità in casa. Gliene sono grato.

Sul servizio al cliente di EasyJet

Dopo la prenotazione di un volo EasyJet per la Sicilia, mia madre intende contattare il servizio clienti via telefono. Le risposte ai suoi quesiti erano online ma – per semplicità – facciamo finta di dimenticarlo.
Dicevamo, mia madre si collega al sito EasyJet, cerca un numero di telefono per contattarli e trova una di quelle simpatiche numerazioni 899XXXYYY. Pur conscia del rischio, tenta di chiamarli da rete fissa; risposta: "l'utente non è abilitato al tipo di chiamata richiesta". Prova qundi a chiamare il simpatico 899XXXYYY da rete mobile, ancora invano. Chiama quindi il 187 per chiedere di sbloccare le chiamate ai numeri di tariffazione speciale. Telecom Italia risponde l'abilitazione a tali numeri è già attiva.

Mia madre chiama il sottoscritto. Provo a contattare il già menzionato 899XXXYYY con il mio cellulare, ma interrompo la conversazione appena ascolto il prezzo: 1,6€/min. Infine, cerco il numero del servizio clienti EasyJet inglese, un normalissimo +44ZZZ, chiamo con VoipStunt (che è il mio operatore di rete fissa), ottengo le risposte che mia madre cercava, spendo 0€.

In sostanza, dall'Italia, contattare il servizio clienti EasyJet inglese è gratis, mentre contattare quello italiano – quando funziona – costa fino a 15 €, a causa della tariffazione speciale.