3D: da qualche parte si dovrà pur andare.

PS3’s new 3D mode captured on video, coming in 2010 to all existing games

You know what’s absolutely useless? A video of Wipeout HD being played in 3D, with some schmuck wearing 3D glasses and babbling on about how much fun he’s having. Well, that schmuck is this Engadget editor, the video can be found after the break, and we’ve gotta say: we loved it. Especially for something like Wipeout HD, whose neon-infused tracks make for an almost too convenient example of rapidly approaching vanishing points, we’d say 3D could really be a quasi-“killer app” for consoles going forward — especially if those fancy new motion controllers don’t catch on for Microsoft and Sony. In many ways, 3D just seems to make more sense in a video game than for a movie, and the whole problem of finding content to deliver in the format has already been solved: a software update for the PS3 sometime in 2010 will enable it to provide a 3D viewing experience to “all” existing games on the system. We’re sure there will be some exceptions, but it sounds very promising. The console itself pumps out a quite regular signal over HDMI, which the TV syncs up with your 3D glasses. A 200Hz TV, for instance, alternates 1080p frames, with 100Hz for each eye. Of course, you’ll need a brand new TV, but at least it won’t be restricted to just Sony televisions. Start saving those pennies!

Anche la PS3 (sulla quale mi sono già espresso) prova la strada del 3D e, da quanto si è visto all’IFA 2009, Sony non è certo l’unica.
Non conosco i dati in merito, ma è molto probabile che il mercato di schermi e televisori stia saturando e che i produttori si aspettino una flessione sulle vendite a partire dai prossimi quadrimestri. Per limitare i rischi e rivitalizzare il mercato, la strategia adottata sembra quindi essere la produzione di schermi che supportino il 3D.
La tecnologia stante dietro alla visione tridimensionale è – evidentemente – tutto tranne che rivoluzionaria: sempre all’IFA 2009 Panasonic mostrava come i primi prototipi di schermi a tre dimensioni fossero già stati presentati nel lontano 1983. Ora, con la complicità dell’industria del cinema, che sta ugualmente puntando su film in tre dimensioni (come il prossimo CGI-movie di Disney-Pixar “Up”), ecco quindi arrivare i super-vintage occhiali a combinazione Ciano-Magenta oppure le più nuove lenti a polarizzazione circolare (un approfondimento è qui).
Insomma, la proposta non è certo delle più entusiasmanti per i puristi della tecnologia, ma la user experience della visione tridimensionale è piacevole e divertente (suppongo, soprattutto, in ambito videoludico), oltre a non comportare (nel medio termine) una spesa particolarmente elevata: credo quindi che il mercato (ma non certo nel breve termine) accolga favorevolmente questi nuovi prodotti.

[Un breve inciso, ancora per quanto riguarda schermi e monitor: pronostico che tra non molto (Q1/Q2 2010?) si inizierà a parlare seriamente di schermi touch e multitouch. We’ll see.]